Acciaio e macchinari industriali: la corretta lubrificazione
806
page-template-default,page,page-id-806,cookies-not-set,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1200,qode-theme-ver-16.2.1,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.7,vc_responsive

Acciaio

L’acciaio è uno dei materiali più usati nella composizione di macchinari industriali, conosciuto per la sua resistenza e robustezza, anche per questo genere di materiale però è essenziale una corretta manutenzione.

 

I nostri sistemi di lubrificazione e ingrassatura automatica sono ideali anche per l’acciaio e per macchine adoperate nell’industria pesante. Infatti riducono l’attrito tra i diversi componenti apportando migliorie e risparmio.

 

Soprattutto nel caso di macchinari operanti nell’industria pesante, tutti i componenti in acciaio sono sottoposti a continue sollecitazioni, solitamente violente e prolungate. Inoltre in questo ambito le macchine sono soggette a lunghi cicli produttivi, spesso senza soste o con fermi limitati; ciò richiede ai macchinari di essere in grado di subire uno stress continuativo.

 

Tutto ciò senza dimenticare che le lavorazioni sono spesso a temperature elevate.

 

Acciaio, manutenzione corretta per una lunga durata

 

Nonostante le proprietà dell’acciaio, ingranaggi, catene di montaggio, motori e cuscinetti necessitano di una continua lubrificazione per poter sopportare le condizioni di attività e garantire una lunga durata della vita del macchinario.

 

Un macchinario che vive a lungo non solo vuol dire un macchinario che produce a lungo, ma anche un’ulteriore forma di risparmio per il proprietario.

 

Grazie ai nostri impianti di lubrificazione per acciaio è possibile prolungare la vita del macchinario, prevenire i guasti tecnici e ottimizzare al massimo la produttività.

 

Grazie alla distribuzione progressiva e continua di lubrificante i vostri macchinari saranno sempre nelle migliori condizioni di attività.

 

I punti di lubrificazione delle macchine sono tanti e spesso difficilmente raggiungibili, ma grazie all’automatizzazione e alla presenza di un sistema apposito verranno raggiunti tutti e l’intervento degli operatori sarà ampiamente limitato.

 

Non solo, i nostri impianti di lubrificazione per acciaio ti permetteranno di risparmiare su diversi fronti:

  • Prodotto: il prodotto lubrificante viene erogato nelle dosi necessarie, precedentemente impostate, in maniera continua. Questo tipo di distribuzione, impossibile con l’intervento umano, permette di evitare sprechi. Applicare il prodotto in esubero infatti non porta nient’altro che uno spreco inutile, ma è difficile che un lavoratore possa avere la stessa precisione di una macchina.
  • Danni e guasti: un guasto ad un macchinario porta diverse spese. Non solo la riparazione, l’eventuale sostituzione dei pezzi e l’intervento di un tecnico specializzato, ma anche spese a livello produttivo. I macchinari con componenti in acciaio, infatti, sono abbastanza complessi e necessitano ore di inattività per essere aggiustati.
  • Ore di lavoro perse e ore in cui gli operai non possono fare nulla; una buona lubrificazione dell’acciaio aiuta a prevenire imprevisti di questo genere.

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


il primo cookie che viene scritto è __utma, ed è un cookie persistente con una scadenza di due anni esatti dal momento in cui viene scritto. Il contenuto è un hash numerico nella forma di 6 gruppi di numeri separati da punti; i primi 2 di lunghezza variabile, gli altri 3 di solito di 10 cifre e l’ultimo variabile. Il primo gruppo di cifre è un hash univoco del dominio in cui è stato eseguito lo script di GA, il secondo è un numero casuale, il terzo, il quarto e il quinto gruppo sono date in formato UNIX timestamp (qui c’è un convertitore se volete cimentarvi), precise al secondo, e dovrebbero rappresentare il momento della vostra ultima visita, quella precedente e la prima registrata. L’ultimo gruppo è un semplice contatore delle visite. Queste informazioni vengono inviate ai server di Google ogni volta che aprite una pagina con il codice di monitoraggio, e servono a calcolare, tra le altre cose, la recency del visitatore e il tempo trascorso dall’ultima visita. __utmb, è un cookie di sessione che esiste SOLO mentre una visita, o meglio una sessione, è in atto. Contiene il timestamp del momento in cui siete entrati nel sito. __utmc viaggia di pari passo ma scade quando fisicamente chiudete il browser. Attraverso questi due cookie Analytics è in grado di calcolare, ad esempio, il tempo medio di permanenza sulle pagine.
  • __utmc
  • __utmb
  • __utmt
  • __utma

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi