Movimento terra: i vantaggi della lubrificazione automatica
804
page-template-default,page,page-id-804,cookies-not-set,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1200,qode-theme-ver-16.2.1,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.7,vc_responsive

Movimento terra

movimento terra

I macchinari movimento terra sono tra i più diffusi e tra i più utilizzati in diversi tipi di industria, vengono usati infatti in tutti quei frangenti che richiedono un cospicuo movimento di terra; generalmente a scopi costruttivi o di modellazione dei terreni.

 

Dallo scavatore, al bulldozer, dallo scraper alla pala caricatrice, sono macchine che spesso hanno a che fare con terreni ghiacciati o umidi, alle quali è richiesto un grande sforzo e una grande potenza.

 

Proprio per l’intensa attività che svolgono una buona manutenzione è il segreto del buon funzionamento dei macchinari movimento terra.

 

La lubrificazione e l’ingrassatura delle macchine movimento terra è estremamente importante, e può essere svolta da un operatore oppure in modo automatizzato.

 

Movimento terra: i vantaggi della lubrificazione automatica

 

I sistemi automatici di lubrificazione per movimento terra sono sempre più diffusi, e sono progettati per distribuire una giusta dose di prodotto in maniera costante. Siccome ogni macchinario è diverso i nostri sistemi vengono studiati per adattarsi alle specifiche esigenze.

 

La creazione di un sistema che svolga il processo di lubrificazione in automatico è estremamente consigliata poiché porta con sé innumerevoli vantaggi, sia per l’imprenditore sia per le macchine.

Cosa otterrai con i nostri sistemi per macchinari movimento terra:

  • La vita produttiva del macchinario viene notevolmente allungata perché la buona lubrificazione delle parti ne riduce l’usura. Inoltre il grasso in erogazione continua crea una pellicola che protegge i condotti e i singoli pezzi.
  • Prevenzione danni ed aumento del valore del macchinario: una buona manutenzione riduce spiacevoli imprevisti come guasti tecnici, in questo modo il valore della macchina movimento terra subisce una maggiorazione circa del 30%.
  • Niente sprechi: grazie al sistema automatico il lubrificante viene erogato in tutte le parti della macchina, con una distribuzione progressiva e uniforme. Ciò evita gli sprechi di prodotto e quindi di denaro.
  • Risparmio: un sistema automatizzato di lubrificazione permette di risparmiare su diversi fronti. Sulla manutenzione del macchinario, che sarà ridotta se viene ridotta la probabilità di guasto. Sul personale, poiché la stessa operazione svolta da un operatore richiederebbe più tempo, e soprattutto l’automatizzazione evita gli esuberi di prodotto e il tempo perso nel fermo macchina.
  • Sicurezza: spesso i punti di lubrificazione di un macchinario movimento terra sono difficilmente accessibili e pericolosi, grazie al sistema automatico l’intervento dell’operatore è ridotto e localizzato in spot facilmente raggiungibili. Molto spesso si tratta solamente di riempire le pompe, posizionate in punti esterni e comodi.
  • Impatto ambientale: evitando gli esuberi si riduce la contaminazione ambientale e quindi diminuiscono anche le spese di smaltimento.

Info

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


il primo cookie che viene scritto è __utma, ed è un cookie persistente con una scadenza di due anni esatti dal momento in cui viene scritto. Il contenuto è un hash numerico nella forma di 6 gruppi di numeri separati da punti; i primi 2 di lunghezza variabile, gli altri 3 di solito di 10 cifre e l’ultimo variabile. Il primo gruppo di cifre è un hash univoco del dominio in cui è stato eseguito lo script di GA, il secondo è un numero casuale, il terzo, il quarto e il quinto gruppo sono date in formato UNIX timestamp (qui c’è un convertitore se volete cimentarvi), precise al secondo, e dovrebbero rappresentare il momento della vostra ultima visita, quella precedente e la prima registrata. L’ultimo gruppo è un semplice contatore delle visite. Queste informazioni vengono inviate ai server di Google ogni volta che aprite una pagina con il codice di monitoraggio, e servono a calcolare, tra le altre cose, la recency del visitatore e il tempo trascorso dall’ultima visita. __utmb, è un cookie di sessione che esiste SOLO mentre una visita, o meglio una sessione, è in atto. Contiene il timestamp del momento in cui siete entrati nel sito. __utmc viaggia di pari passo ma scade quando fisicamente chiudete il browser. Attraverso questi due cookie Analytics è in grado di calcolare, ad esempio, il tempo medio di permanenza sulle pagine.
  • __utmc
  • __utmb
  • __utmt
  • __utma

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi